Quante volte è capitato di incagliarsi in una lettura difficile, o che semplicemente non aveva più presa ed essere tentati a cambiare titolo?

Ma una scelta così riprovevole proprio non poteva essere accontentata.
Che ne avrebbe avuto a dire il libro in questione? Essere tradito? No no, la risposta è stringere i denti e andare avanti imperterriti per la nostra strada.

Ma sono certa che in qualche università degli Stati Uniti una ricerca abbia anche dimostrato che i libri non si offendono per dover condividere lo spazio sul leggìo.
Anzi, leggere contemporaneamente più testi porta non pochi benefici, vediamo insieme quali sono!

Aiuta la memoria e la concentrazione

libreria colorataCome sappiamo la lettura in generale stimola il nostro cervello a immaginare scenario, a costruire visi e dialoghi, con tutto quello che è necessario per avere come risultato un intero mondo tra le nostre mani.

Da un punto di vista squisitamente cerebrale questa attività comporta molti vantaggi per combattere l’invecchiamento delle nostre cellule.
Creando quindi due universi completamente distinti all’interno della nostra mente si ha l’ulteriore beneficio di fare un esercizio di memoria e di elasticità mentale per mantenere separati questi mondi ed avere i benefici da entrambi.

Certo, all’inizio potrebbe risultare un po’ difficile mantenere ognuno nella propria scatola, ma una volta imparato il meccanismo non ci sarà più da preoccuparsi per questo aspetto.

Creare legami tra libri

Un altro aspetto legato alla contemporaneità è anche la possibilità di capire in tempo reale quali possono essere le differenze o le analogie tra diversi generi o periodi storici.
Pensiamo banalmente a come il linguaggio sia cambiato, e come esso sia permeante nella vita di tutti i giorni; dimostrando la verità dell’idea che la parola crei la realtà e viceversa.

Allo stesso modo leggere Verga e Boccaccio contemporaneamente potrebbe sì sottolineare quanta differenza ci sia tra uno stile e l’altro, tra gli autori ed anche il periodo storico.
Ma quello che sicuramente emergerebbe è come gli esseri umani si rivelano sempre veri alla propria natura cercando la forza nell’unione con i propri simili nei momenti più bui dell’esistenza, come possono esserlo per l’appunto la fame dei poveri descritta da Verga o una pestilenza.

Aiuterà a sbloccare i momenti di crisi

Ci siamo passati tutti, ad un certo punto il libro non è più così allettante e si tende a rimandare il momento della lettura perchè sappiamo già che quello che ci attende non è entusiasmante come quello che abbiamo appena letto.
Se la storia proprio non ci convince, allora è meglio lasciare la lettura per un libro che potrebbe soddisfarci maggiormente.

Ma se la convinzione di continuare è ferma allora forse l’opzione migliore è cominciare un altro titolo, in questo modo l’appetito per il nuovo stimolerà la voglia di proseguire con il precedente, per vedere dove si va a finire.

Questo trucco è particolarmente utile per le letture imposte come possono essere quelle scolastiche o quelle di un club del libro per esempio.

Aumenterà la vostra velocità

Il vantaggio del beneficio precedentemente illustrato sarà sicuramente quello di poter finire in meno tempo dei titoli che altrimenti sarebbero rimasti nel loro angolo per molto più tempo senza l’intervento salvifico di un loro compagno di carta.

In questo modo anche la pila di titoli da leggere si accorcerà molto più velocemente di quanto si possa immaginare per fare spazio a dei nuovissimi libri! Per la gioia del conto corrente.

Cambiare generi, cambiare prospettiva

donna e libreriaUn modo in cui leggo più titoli contemporaneamente è dividere il genere per periodo della giornata.

Mi piacciono i libri horror o noir, ma preferisco leggerli alla luce del sole, per evitare di avere brutti sogni durante la notte, quindi, per continuare la mia abitudine di leggere prima di andare a dormire, tengo sul comodino un romanzo o un saggio, per essere sicura che nessun malintenzionato entri nei miei sogni.

Allo stesso modo le letture per l’università venivano affrontate durante il giorno, non perchè temevo mi facessero visita con il favore delle tenebre, ma semplicemente perchè così’ potevo affrontarle con la giusta concentrazione.
Cosa che invece risulta impossibile con il far della sera dopo una lunga giornata di studio.

Allo stesso modo il cambio di genere mi ha sempre aiutato con l’avere maggiore familiarità con un cambio di prospettiva. Lo stravolgimento di stile e di lenti con cui guardiamo il mondo non è poi così diverso da quello che prova ogni giorno una persona nel confrontarsi con un altro.

Allo stesso modo il cambio repentino di titolo mi aiuta a mettermi nei panni dell’altro, cercando di vestire i suoi panni, proprio come facciamo noi lettori dopo aver girato la pagina di copertina.

Esplorare nuovi supporti

Il ventunesimo secolo ci ha portato innumerevoli vantaggi, ed uno di questi è senza dubbio l’avere accesso a numerosissimi supporti per la lettura.

Provando varie modalità di lettura ho scoperto che il mio supporto preferito è senza dubbio quello cartaceo, ma anche l’ebook è una valida alternativa in viaggio o nelle occasioni in cui un tomo da quattrocento pagine difficilmente permetterebbe una chiusura pratica e veloce della mia valigia.

Al contrario gli audiolibri non sono i miei preferiti, ma li sfrutto mentre cammino o guido, entrambe attività per cui è caldamente consigliabile mantenere i propri occhi puntati sulla strada.

Insomma, a ognuno la sua combinazione, l’importante è leggere leggere leggere.

Se non siete ancora convinti dei vantaggi della lettura multipla contemporanea vi consiglio di leggere la lista stilata da Bustle, ma sono certa che siate già andati alla vostra pila di libri per scegliere i prossimi titoli!